PSICO-LETTURE – “C’era una volta la prima volta” di Veglia e Pellegrini

Due cose mi piacciono della vita. La seconda è viaggiare.
– Roberto Benigni

libro_prima_volta.jpg

A volte affrontare l’argomento del sesso con i propri figli, o studenti può essere un’impresa delicata e spinosa. Non si sa quando parlare, che cosa dire né come dirlo, e ci si riscopre spesso più impacciati di quanto non si credesse possibile. Ma in fondo i ragazzi oggigiorno non sanno già tutto? E come affrontare il discorso senza eccedere in tecnicismi e al tempo stesso senza scivolare sul volgare?

La sessualità è una dimensione profonda e nucleare di ogni persona, per cui è fondamentale poterne parlare bene e serenamente. Se sei interessato a scoprire come, questo video fa per te:

Veglia F., Pellegrini R., “C’era una volta la prima volta – Come raccontare il sesso e l’amore a suola, in famiglia, a letto insieme”, Erickson ed, 2003

dr.ssa Tania Da Ros – psicologa, psicoterapeuta, ipnotista clinica a Bergamo

Pronti, ansia, via!

“L’ansia è un sottile rivolo di paura che si insinua nella mente. Se incoraggiata, scava un canale nel quale tutti gli altri pensieri vengono attirati”.
– Robert Bloch

ansia3

Dopo i precedenti due appuntamenti (Cara ansia, ti scrivo e Tre armi vincenti anti-ansia), ecco il terzo e ultimo appuntamento di questa breve carrellata dedicata a chi si sente ostaggio dall’ansia e vuole finalmente evadere dalle restrizioni che impone. Oggi ci chiediamo: sei proprio sicuro di essere una persona ansiosa? E se fossi anche altro? Di che cosa puoi essere del tutto sicuro, su cui puoi contare anche nei momenti di stress peggiore? Che cosa vuoi valorizzare di più di te stesso? Se vuoi sapere come fare, ecco il video che fa per te:

dr.ssa Tania Da Ros – psicologa, psicoterapeuta, ipnotista clinica a Bergamo

Il senno di poi… in anticipo

Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, ecco tutto.
– Oscar Wilde

lifestyle-design-4.jpg

Ti è mai capitato di provare rimpianto per scelte che hai fatto o per occasioni che ti sei lasciato sfuggire? Di pensare “Se solo lo avessi capito prima…” oppure “Se potessi tornare indietro!”. Sarebbe bello potersi avvantaggiare di ciò che si capisce con il senno di poi… in anticipo.

In realtà c’è chi ha pensato proprio a questo. Grace Bluerock ha lavorato per sei anni in un hospice, accanto a persone che, nei loro ultimi giorni, tiravano le somme sulla propria vita. Naturalmente ogni considerazione era legata a specifici eventi personali e irripetibili, eppure alcune riflessioni finivano per tornare. La Bluerock se ne è accorta e ha pensato di trarne delle lezioni di vita, per non guardarsi indietro con rammarico quando è ormai troppo tardi.

Nelle prossime righe troverai i nove rimpianti più frequenti. Prima di leggerli, prova a immaginare quali potrebbero essere.

Continua a leggere “Il senno di poi… in anticipo”

Mio figlio non comunica

“Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali.” 
William Hodding Carter II

adolescente_difficile

Nonostante uno dei principali assiomi della comunicazione sia che è impossibile non comunicare, c’è da credere che un adolescente faccia del suo meglio per provare il contrario. Chiudersi in camera, rimanere in silenzio a chattare al cellulare o al computer, o rispondere a monosillabi giusto per tenere buoni i genitori sono in effetti strategie per comunicare che… non si vuole comunicare. Crescendo la necessità di spazi di autonomia cresce, così come il risentimento di dover ancora dipendere da decisioni altrui per le proprie scelte.

Se da ragazzini ci si sentiva i depositari dei segreti e delle confidenze dei nostri figli, ora che sono cresciuti a volte si ha la sensazione di vivere con degli estranei. Al di là del colpo che questo infligge all’autostima dei genitori, la questione è tutt’altro che futile: crescendo, i ragazzi hanno bisogno di sperimentarsi nel mondo, di scoprire se stessi mettendosi alla prova, anche sfidando le regole precostituite. È un equilibrio delicato, perché anche se in teoria è una premessa ovvia, in realtà non è sempre facile capire come fare a tenere le linee di comunicazione aperte e a proteggerli senza essere invadenti.

Continua a leggere “Mio figlio non comunica”

VOGLIA DI INNAMORARSI #2

“Domenica saremo insieme, cinque, sei ore, troppo poco per parlare, abbastanza per tacere, per tenerci per mano, per guardarci negli occhi.” 
– Franz Kafka

voglia di innamorarsi 2

Nello scorso articolo abbiamo cominciato a parlare  di come fare per aumentare l’intimità di coppia, avvicinarsi l’un l’altro e innamorarsi. Il segreto sta non tanto in un gioco di somiglianze o differenze, nel conteggio di ciò che si ha in comune e ciò che ci differenzia, come a volte pensiamo. Piuttosto sta nella disponibilità a scoprirci, a sfogliare i nostri pensieri, ricordi, sentimenti più riposti ascoltandoli insieme, sentendo la vibrazione che creano nella condivisione – nell’ascolto dell’altro e nel disvelamento di sé.

La scienza in questo ci può aiutare, e se sei disposto e darti una possibilità, nel video che segue troverai il secondo gruppo di domande pensate proprio per questo.

Se vuoi saperne di più, guarda il video precedente, e segui il successivo, che verrà pubblicato a maggio.

dr.ssa Tania Da Ros – psicologa, psicoterapeuta, ipnotista clinica a Bergamo